News dal territorio

14-04-2020

Covid-19: Italia Nostra Catanzaro propone raccolta fondi tra i soci per acquistare dispositivi sanitari

“E’ la prima pandemia che la nostra generazione sta affrontando e questa esperienza ci cambierà speriamo tutti in meglio. Dovrà cambiare l’attuale rapporto tra stato e regioni che oggi affida a queste ultime completa autonomia programmatoria, gestionale ed organizzativa”. E’ quanto si legge in una nota stampa di Elena Bova, presidente sezione Italia Nostra Catanzaro.

“Da più parti si levano voci circa un ripensamento del ruolo centrale da affidare al Servizio Sanitario Nazionale. Sarà fondamentale riconoscere ai medici ed agli operatori della sanità – prosegue – non solo il plauso e la solidarietà da tutti oggi riconosciuta, ma un nuovo peso e coinvolgimento oltre che nei protocolli e linee guida anche nelle scelte che la politica opera per garantire il diritto alla salute. “Da solo non si salva nessuno” la grande lezione di Papa Francesco aumenta e ridefinisce anche il ruolo del volontariato nel nostro paese. Non portatore di interessi particolari e/o personali ma grande motore di solidarietà, condivisione, sostegno, per migliorare la vita delle persone”.

Anche Italia Nostra associazione che si batte per la tutela e valorizzazione dei beni pubblici non vuole sottrarsi alla sfida cui tutti in questo momento siamo chiamati: quella di aiutare chi ogni giorno, in silenzio, piangendo i propri morti, curando gli ammalati, rischia la vita ogni momento negli ospedali, spesso, come è già successo, senza le adeguate ed indispensabili protezioni. La sezione di Catanzaro di Italia Nostra – conclude – ha promosso una raccolta fondi tra i soci per l’acquisto di 1000 mascherine e in aggiunta visiere protettive da donare al Policlinico di Germaneto impegnato all’assistenza dei pazienti ammalati di covid. Un piccolo gesto consegnato oggi alla Direttrice della farmacia dottoressa Emanuela De Francesco nostra socia che cosi ci ha scritto:” Grazie a tutti per la generosità. Le mascherine sono indispensabili per proteggere gli operatori ed i pazienti e purtroppo non bastano mai. Speriamo di abbracciarci presto intanto vi porto tutti nel cuore”. Queste parole a noi riempiono il cuore”.

Italia Nostra Onlus