News dal territorio

23-01-2020

Oristano non dimentica l’impegno di Mena Manca Cossu

Oristano ha ricordato al Centro servizi culturali di Oristano,Mena Manca Cossu, ricercatrice, ambientalista, fondatrice e dirigente della Sezione Sinis di Italia Nostra. Lo ha fatto partecipando alla presentazione che il marito di Mena Manca Cossu, Dario Cossu, già sindaco di Cabras, ha voluto dedicare alla moglie,alle sue ricerche antropologiche, al suo impegno ambientalista, al suo lavoro di autrice. Il libro “Ricordando Mena”, raccoglie i tratti fondamentali della vita della sua compagna, il suo impegno, ma anche alcuni dei suoi scritti inediti.

A dialogare con Dario Cossu, questa sera, il direttore dell’Unla, Marcello Marras, Andrea Abis, sindaco di Cabras, il giornalista e il curatore dell’opera Paolo Desogus e Nando Cossu,specialista in antropologia e sociologia della Sardegna. “L’idea del libro nasce nella primavera del 2016”, racconta Dario Cossu, “quando frugando tra le carte di mia moglie, hotrovato cinque racconti intitolati “Sardegna e misteri” e due commedie scritte in sardo”. La presentazione si è tenuta in collaborazione con la Libreria Mondadori di Oristano. Qui sarà possibile acquistare il libro anche nei prossimi giorni.

Il libro. L’opera editoriale è uno spaccato della vita di Mena Manca Cossu (Cabras 1941-2009), scomparsa a soli 68 anni nel pieno della sua vita e del suo impegno di intellettuale militante.

Dopo gli studi nel Liceo di Oristano, la laurea a Cagliari,presso la Facoltà di Lettere Moderne, discutendo nel 1970 con Alberto Maria Cirese una tesi sui Pescatori di Cabras. All’epoca era già sposata con Dario Cossu, professore di filosofia al Liceo di Oristano, moglie e madre di Paolo e Daniela.

La famiglia e l’insegnamento seguiti con scrupolo e dedizione esemplari, non impedirono a Mena Manca Cossu un’attiva militanza intellettuale sui temi culturali, sociali, di costume e demo-antropologici, in particolare della comunità di Cabras alla quale era particolarmente legata.

Al suo primo libro “I Pescatori di Cabras”, edito nel 1990,seguirono diverse altre pubblicazioni e collaborazioni che il libro ricorda insieme al suo ruolo di dirigente regionale e della Sezione del Sinis di Italia Nostra, protagonista a difesa dei valori ambientali e del patrimonio storico, archeologico, delle tradizione e dei costumi.

Mercoledì, 22 gennaio 2020

articolo tratto da https://www.linkoristano.it/prima-categoria/2020/01/22/oristano-non-dimentica-limpegno-di-mena-manca-cossu/

Italia Nostra Onlus